Il mangianastri

martedì 2 marzo 2010 di Giangiacomo

Ascoltando una canzone di Lucio Battisti (esattamente 7 e 40, datata 1969) un'amica ha esordito commentando: "bella canzone, me la ricordo anch'io!".
Fatti due conti (la donzella, beata, ha appena più di trenta anni...), le ho subito risposto: "immagino sia un ricordo recente, dal momento che forse i tuoi non erano nemmeno sposati quando Battisti cantava questa canzone!".
E subito ho ricordato un'estate del 1970, quando col mio fratello più grande e una 500L bianca, nuova fiammante, in giro per le Madonie, ascoltavamo questa canzone con un mangianastri rigorosamente a pile!
E, per mostrare alla mia amica l'oggetto d'antiquariato, ho provato a cercarne un'immagine in rete.
Ho inserito in bing la parola mangianastri, selezionando la richiesta per immagini e ricevendo per risposta una serie di foto, tra cui:
• una banconota da 1.000 lire;
• una da 10.000 lire;
• un vasto assortimento di nastri e cassette di ogni tipo;
• una tipa che, con la forchetta, addenta un nastro magnetico;
• una miriade di Commodore 64;
• un'Alfa Romeo berlina 1750 del 1968 (bellissima....);
• alcune pubblicità delle mitiche Crystal Ball;
• e per finire, una silhouette del profilo (tipica di quegli anni e molto pop), guarda caso, del grande Lucio Battisti!
La foto del mio mangianastri (è quella sopra) l'ho poi trovata anteponendo la parola "vintage" ai termini di ricerca. Ma mi è venuto il sospetto di essere vintage anch'io ormai, nonostante i miei 80 gigabyte di mp3 (cioè la musica di una vita)...
  1. Anonimo

    Felice di averti così bene ispirata! :)
    by L'amica di poco più di trent'anni

    ps. forte il mangianastri!

  2. Si, sei Vintage...ma in ottima compagnia! Vuoi mettere l'AR 1750 con le macchinette di oggi??

    Via...non regge!

  3. ecco, se vogliamo parlare di mangiadischi, di Battisti e di canzoni ti dico "Fiori rosa, fiori di pesco". Un'estate di quarant'anni fa, un cotta estiva, una sera sulle scale di una casa. La sua.

  4. Me lo ricordo il mangianastri e anche il mangiadischi. Lo usavo quando avevo tre anni e ci mettevo il 45 giri della Rita Pavone con W la pappa del pomodoro.
    (Nel 1969 pero' ero alle elementari).
    Ciao Vintage!!!

  5. @Anonimo (Irek)
    Grazie... ;-)

    @Angelo
    Sono un motociclista: so quindi che significa stare dietro un'auto Euro 0 ed una Euro 4. Ma che belle quelle Euro 0 (e anche meno...) e, soprattutto, quanto fascino!

    @Alessandro
    Per l'età, la mia colonna sonora "post-puberale" è più vicina al primissimo Baglioni che a Battisti, con cui sono comunque cresciuto in tutte le mie fasi (anche quella). :-)

    @Artemisia
    Io nel 69 ero alle medie. Ma visto il grado di "smaliziamento" di quell'epoca ingenua, non è che poi fosse tanta la differenza...

  6. Occaspita, nel '69 ero alle medie anch'io, dunque siamo almeno in due ad essere vintage. Diciamo meglio: stagionati, come un buon vino, un buon parmigiano e un buon prosciutto? ;-)

  7. @pensierini
    Cara "coeva", sono più che d'accordo.
    Ma permettimi di essere un po' campanilista e ricordarti un buon pecorino ragusano e un marsala stravecchio...
    Altro che vintage...
    ;-)

  8. nel 69 avevo 4 anni e un "mangiadischi" con cui ascoltavo le "fiabe sonore" (a mille ce n'è....). Purtroppo è andato perso in un qualche trasloco, peccato.

  9. Le fiabe sonoreee!!! Basta ragazzi, mi fate piangere.

Posta un commento