Anniversari

sabato 19 dicembre 2009 di Giangiacomo
E domani è il 20 12.
Domani si mangia, ma io sono a dieta (farò il possibile, spero)...
Ma domani è anche un altro anniversario, cioè il primo giorno del mio 30° anno di lavoro.
E si, il tempo passa, ma sono ancora giovane per andare in pensione. In realtà non mi piacerebbe neppure andarci, in pensione. Ho cambiato tante volte lavoro, pur non allontanandomi dal "mestiere", che mi pare di essere professionalmente sempre piuttosto giovane!
Ventinove anni fa, per pura fatalità nel giorno del mio compleanno, varcavo il cancello del grande centro elettronico di una grande banca.
Sono sempre stato un informatico e, se pur ormai con un'attività formalmente diversa, continuo a lavorare al margine dell'ambito informatico. Anche se nel frattempo la banca è diventata un'altra, per ben due volte. Anche se ormai viaggio continuamente per seguire questo mio lavoro. Anche se i miei nuovi, recenti colleghi hanno poco più che l'età della mia figlia più grande...
Ho iniziato da operatore di sala macchine.
Cioè dallo scalino più basso, anche se ai tempi si trattava di un mestiere sciccossissimo e spaziale. E in effetti, ancora adesso ho qualche difficoltà a spiegare che tipo di lavoro fosse...
Al massimo però ci si gongolava affermando che c'era da lavorare per ogni ora delle 24 di una giornata, perchè "il computer non si spegneva mai". Fatto peraltro verissimo, visto che infatti si lavorava anche la notte. Fatto che però, con 20 anni da non molto compiuti, non lasciava poi particolari strascichi.
Tutto questo tempo è stato scandito dalle tappe della storia della tecnologia informatica: dai grandi mainframe IBM al web, passando per i personal computer e le prime grandi reti informatiche.
Detto così, sembra quasi che si tratti di un argomento pionieristico. E in realtà sono stato (e sono ancora, per gioco e per tenermi allenato) un programmatore. Ho collaborato alla progettazione e realizzazione di procedure bancarie. Ho curato il disegno e la realizzazione di siti web.
Insomma, uno splendido lavoro!
Magari senza grandi soddisfazioni in termini di carriera, ma senz'altro una magnifica ed entusiasmente attività.
E anzi, spesso mi trovo a pensare di credere che, in quei momenti di "stanchezza" che periodicamente ti riserva l'esistenza, il computer possa davvero avermi salvato la vita.
Esagero? Forse. Ma è certo il fatto che, probabilmente, è questa felice e mai contrastata "dipendenza" che mi trattiene davanti ad un video, per scrivere questo post quasi all'una della notte...
Resta il fatto che sono ormai trent'anni.
Ma trascorsi così velocemente, che non faccio che stentare a crederci. Chissà, forse è vero che ogni bel gioco dura poco...
In apparenza, direi!
  1. io in banca c'ho lavorato per ben 24 anni , anche se in un altro ruolo , ed ho assistito a quella rivoluzione di cui tu parli; io poi sono entrato nel '74 (mamma mia!!!) ed allora i computer si vedevano solo nei film di fantascienza. Gli anni sono volati anche per me, oggi però non penso tanto a quelli volati rapidamente quanto a quelli che voleranno, ahimè, con velocità esponenziale!
    Auguri per domani.

  2. Auguroni tanti! Io ho seguito l'esplosione dell'informatica insegnandola a scuola, ricordo le prime lezioni di DOS ai ragazzi, con la fotocopia della tastiera appesa al muro per far vedere quali tasti premere. Le prime lezioncine di Pascal. Erano i primi anni dei Novanta, circa, mi sembra un secolo fa...

  3. @uno
    Non ti avrei mai dato del bancario!
    In realtà nemmeno io me ne darei... =)

    @pen
    E tu pensa agli Ottanta, di primi anni...
    Anzi, il primo!

    P.S.: Grazie per gli auguri!

  4. happy 20 12!!!!!!!

  5. @marco46
    Grazie anche a te...

Posta un commento